Orari di apertura

Lun-Sab: 8:00 - 13:00

Mar/Gio: 15:30 - 17:00

Numero verde

800 24 80 80

Lun-Sab: 7:30 - 20:30

Alcune informazioni sulla linea 2 ALTOLIA - BRIGA - TERMINAL ZIR

La linea 2 di ATM SpA raggiunge le frazioni Altolia e Briga.

Altolia è una frazione di Messina, situata 16 km a sud dal centro città, appartenente alla Circoscrizione I.

Da visitare: La Chiesa di S.Maria del Tindari, molto antica, era originariamente ad una sola navata. Restaurata una prima volta nel '500, fu in gran parte ristrutturata nel 1841 quando si realizzarono le due navate laterali, fu allungata di cinque metri quella centrale, fu rifatto il pavimento e furono edificate la sacrestia e il campanile. Anche la facciata subì una elegante trasformazione di abbellimento in stile barocco. In occasione del terremoto del 1908 la chiesa rimase danneggiata nel suo magnifico soffitto ligneo, di epoca cinquecentesca. In questa chiesa si trovano numerose opere d'arte, tra cui la statua marmorea di S. Caterina d'Alessandria della bottega deli Gagini, con alla base bassorilievi raffiguranti scene del martirio della Santa; la statua lignea della Madonna di Portosalvo; quella di analoga fattura dell'Ecce Homo, firmata Filippo Calicci (1772); una tavola della Natività di Gesù, opera di Alfonso Franco (1466-1533); la tela del Martirio di S. Caterina d'Alessandria, realizzata da Carlo Minaldi nel 1829, e quella di S. Andrea Apostolo, datata 1743. Pregevoli sono pure le tele raffiguranti la "Deposizione dalla Croce" e "S. Giovanni Battista" entrambe di Michele Panebianco (1806-1883) e la tavola della "Madonna col Bambino" (1782). Da ammirare, infine, una sontuosa sedia pontificale in legno dorato di stile barocco, alcuni preziosi pezzi di argenteria, tra cui un secchiello secentesco di Sebastiano Juvarra e una croce astile di autore ignoto, datata 1696.

Briga è una frazione collinare della I Circoscrizione del comune di Messina, distante circa 16 km a Sud dal centro cittadino. Si divide a sua volta in Briga Marina e Briga Superiore.

Da visitare a Briga Marina: La Chiesa di San Paolo patrono che viene festeggiato solennemente ogni 29 giugno. Danneggiata nel 1908, fu restaurata nel 1940. Presenta uno stile classicheggiante, con frontale e portale timpanati, grande campanile quadrato con ampie aperture ad arco e balaustra. Presenta una sola navata in fondo alla quale vi è l'altare maggiore sormontato da un bellissimo polittico di sei elementi su fondo oro, opera di scuola messinese del XV secolo. La Chiesetta di S. Paolo ormai restaurata presenta un elegante portale settecentesco in pietra.

Da visitare a Briga Superiore: La chiesa del villaggio è intitolata a San Nicola di Bari. All'interno della chiesa sono stati ricollocati i settecenteschi altari del tempio distrutto nel terremoto del 1908. Interessante una tavola con la Madonna della Lettera, posta in fondo all'abside. Da ammirare è pure il complesso statuario del santo patrono San Giorgio martire a cavallo, opera lignea del XIX secolo. Non lontano, su una collina a sud dell'abitato, si trova l'eremo di San Placido il Vecchio che ancora oggi è un luogo di meditazione e di preghiera.